Facciamo l’appello? [parte II]

[dopo l’introduzione di Ferruccio Parazzoli e Antonio Franchini, qui, ecco le note biografiche dei “giovani scrittori” di Italiana: Antologia dei nuovi narratori, Oscar Mondadori, 1991]

Edoardo Albinati è nato a Roma nel 1956 dove insegna al III Istituto Tecnico Agrario. Ha pubblicato Arabeschi della vita morale (Longanesi, 1988), Il polacco lavatore di vetri (Longanesi, 1989) e il volume di poesie Elegie e proverbi (Mondadori, 1989).

Luciano Allamprese è nato nel 1954. Dopo aver svolto attività didattica e di ricerca in università spagnole e latino-americane, è tornato a Roma dove insegna in un istituto tecnico. Ha pubblicato saggi e racconti su riviste letterarie (“Nuovi Argomenti”, “Paragone”, ecc.) e ha scritto il romanzo Strane conversazioni con le donne (Mondadori, 1989).

Bruno Arpaia è nato a Ottaviano (Napoli) nel 1957. Traduttore ed esperto di letteratura latino-americana, è giornalista a “La Repubblica”. Suoi racconti sono apparsi su “Linea d’ombra”. Con il romanzo I forestieri (Leonardo Editore) ha vinto il premio Bagutta Opera Prima 1990.

Marco Bacci è nato a Milano nel 1954. Ha pubblicato i romanzi Il pattinatore (Mondadori, 1986), Il settimo cielo (Rizzoli, 1988) e Il bianco perfetto della neve (Leonardo Editore, 1991).

Pino Cacucci è nato ad Alessandria nel 1955, ma è cresciuto in Liguria e vive a Bologna. Ha pubblicato la raccolta di racconti Outland Rock (Transeuropea, 1988), la biografia di Tina Modotti, I fuochi, le ombre, il silenzio (Edizioni Agalev, 1988) e il romanzo Puerto escondido (Interno Giallo, 1990). Traduce dallo spagnolo, scrive sceneggiature per il cinema e la televisione e collabora a varie riviste.

Gaetano Cappelli è nato a Potenza nel 1954. Ha pubblicato i romanzi Floppy disk (Marsilio, 1988, Premio Basilicata) e Febbre (Mondadori, 1989). Un suo libro di racconti Mestieri sentimentali uscirà da Frassinelli nell’aprile 1991. Si è occupato di critica musicale, pubblicando vari saggi, tra i quali “Minimal trance music” (Stampa alternativa, 1981). Collabora a “Exquire”.

Paola Capriolo è nata a Milano nel 1962. Ha esordito nel 1988 con la raccolta di racconti La grande Eulalia (Feltrinelli, premio Giuseppe Berto 1988), cui sono seguiti romanzi Il Nocchiero (Feltrinelli, 1989, premio Selezione Campiello 1989, premio Rapallo 1990) e Il doppio regno (Bompiani, 1991). Ha pubblicato una raccolta di fiabe per ragazzi dal titolo La ragazza della stella d’oro (Einaudi, 1991). Le sue opere sono tradotte o in corso di traduzione in Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Danimarca e Svezia. Svolge attività di traduttrice e collabora alla terza pagina del Corriere della Sera. La traduzione di Morte a Venezia è apparsa nel 1991 nella collana einaudiana “Scrittori tradotti da scrittori”. Il suo racconto “Il dio narrante”, scritto nel 1987, è comparso sulla rivista Leggere nell’agosto del 1989.

Erri De Luca è nato a Napoli nel 1950. Ha pubblicato Non ora non qui (Feltrinelli, 1989) e Lettere a Francesca (Alfredo Guida editore, 1990). Vive a Roma.

Luca Doninelli è nato a Leno (Brescia) nel 1956. Critico letterario a “Il Giornale” e a “Il Sabato”, ha pubblicato Intorno a una lettera di Santa Caterina (Rizzoli, 1981) e il libro di racconti I due fratelli (Rizzoli, 1990, premio Giuseppe Berto e premio Vailate). Attualmente lavora come insegnante.

Mario Fortunato è nato nel 1958 in Calabria. Ha pubblicato il volume di poesie La casa del corpo (Shakespeare & Co., 1986), i racconti Luoghi naturali (Einaudi, 1988), il romanzo Il primo cielo (Einaudi, 1990) e, insieme a Salah Methnani, il racconto-testimonianza “Immigrato” (Theoria, 1990). Ha curato inoltre, la traduzione italiana di Pane duro di Mohamed Choukri (Theoria, 1989). Vive e lavora a Roma.

Marco Lodoli è nato a Roma, dove risiede, nel 1956. Ha pubblicato Diario di un millennio che fugge (Theoria, 1986), con Silvia Bré Snack Bar Budapest (Bompiani, 1987), nel 1988 un volume di poesie dal titolo Ponte Milvio (Rotundo), nel 1989 Il grande raccordo (Bompiani) e nel 1990 I fannulloni (Einaudi). Insegna in un istituto professionale.

Gianfranco Manfredi è nato a Senigallia nel 1948 e vive a Milano dall’età di otto anni. Laureato in filosofia, nel 1978 ha pubblicato il saggio L’amore e gli amori di Jean-Jacques Rousseau (Mazzotta). Dopo essersi fatto riconoscere come cantante e autore di canzoni, ha pubblicato il suo primo romanzo (Magia rossa) nel 1983. Successivamente, sempre da Feltrinelli, sono usciti Cromantica (1985), Ultimi vampiri (1987) e Trainspotter (1989). È autore di numerose sceneggiature cinematografiche e televisive.

Michele Mari è nato a Milano nel 1955. Lavora come filologo occupandosi di vari aspetti della letteratura italiana sette-ottocentesca. Come narratore, ha pubblicato, presso Longanesi, i romanzi Di bestia in bestia (Premio Berto 1989) e Io venia pien d’angoscia a rimirarti (Premio Selezione Campiello 1990).

Enrico Palandri è nato nel 1956 a Venezia. Figlio di un ufficiale, è cresciuto a Roma, Trento, Venezia. Ha studiato al DAMS di Bologna, tra gli altri con Gianni Celati. Del 1979 è Boccalone, pubblicato da “L’erba voglio” di Elvio Facchinelli. Dopo un anno passato a Roma, il cui più bel ricordo è l’amicizia con Elsa Morante, si è trasferito a Londra, dove vive prevalentemente ancora oggi. Nel 1986 ha pubblicato Le pietre e il sole (Garzanti). Nel 1989 una ristampa di Boccalone è apparsa negli economici Feltrinelli con una nuova postfazione dell’autore. Dal [sic] 1990 è La via del ritorno (Bompiani). Collabora irregolarmente con diversi giornali e riviste italiane. Suoi racconti sono apparsi su “Il Manifesto” (Narratori delle riserve), “Panta” e nel volume “Canzoni” (Leonardo Editore).

Marco Papa è nato a Roma nel 1955. Ha pubblicato: Le birre sonnambule (Aelia Laelia, 1986), Animalario (Theoria, 1987), La guerra (con disegni di Antonio Capaccio, Empiria, 1989) e Le nozze (Theoria, 1990).

Giovanni Pascutto è nato a Pordenone nel 1948. Ha pubblicato: Milite ignoto (1974), La famiglia è sacra (1976), Nessuna pietà per Giuseppe (1978), L’amico Fritz (1979), Tre locali più servizi (1980), Strana la vita (1985) e I colori dell’acqua (1988).

Claudio Piersanti è nato a Canzano (Teramo) nel 1954. Ha pubblicato i romanzi: Casa di nessuno (Feltrinelli, 1981) e Charles (Il lavoro editoriale, 1986), e la raccolta di racconti L’amore degli adulti (Feltrinelli, 1988).

Elisabetta Rasy è nata nel 1947. Ha vissuto a Napoli e a Roma. Nel 1978 ha pubblicato il saggio La lingua della nutrice (Edizioni delle donne). Nel 1985 è uscito il romanzo La prima estasi (Mondadori) seguito, nel 1988, da Il finale della battaglia (Feltrinelli) e, nel 1990, da L’altra amante (Garzanti). Si è occupata di critica d’arte ed è autrice di saggi e racconti apparsi su numerose riviste. Vive e lavora a Roma.

Susanna Tamaro è nata nel 1957. Nel 1976 si trasferisce a Roma per frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia, dove si diploma, due anni dopo, in regia. Per dieci anni lavora alla televisione realizzando documentari di argomento scientifico. Nel 1988 pubblica il suo primo romanzo La testa tra le nuvole presso la Marsilio editori. Il libro è stato tradotto in tedesco. Nel 1990, sempre presso Marsilio, esce il volume di racconti Per voce sola.

Alessandro Tamburini è nato nel 1954 da una famiglia di musicisti. Dopo ave abitato in diverse città, attualmente vive e lavora a Trento. E’ autore di soggetti e sceneggiature televisive e per alcuni anni si è occupato di musica contemporanea. Ha pubblicato il saggio Il calcolatore e la musica (Franco Muzzio ed., 1988). Come narratore ha esordito con la raccolta dal titolo Nel nostro primo mondo (Marsilio, 1990). È stato collaboratore di diversi quotidiani e riviste, su cui ha pubblicato articoli e racconti.

Pier Vittorio Tondelli è nato nel 1955. Ha esordito nel 1980 con Altri libertini, cui hanno fatto seguito i romanzi Pao pao (1982) e Rimini (1985). Nel 1986 ha pubblicato Biglietti agli amici e ha curato per le Edizioni Transeuropea i volumi antologici del Progetto Under 25, dedicato alla scrittura giovanile. Del 1989 è il romanzo Camere separate e del 1990 le “cronache degli anni Ottanta” Un weekend postmoderno.

Giorgio van Straten è nato nel 1955 a Firenze, dove vive e lavora. Ha pubblicato il romanzo Generazione, 1987) e la raccolta di racconti Hai sbagliato foresta (Garzanti, 1989).

Sandro Veronesi è nato a Firenze nel 1959. Ha pubblicato Per dove parte questo treno allegro (Theoria, 1988) e Gli sfiorati (Mondadori, 1990). Collabora a “Il Manifesto”, “Epoca”, “Nuovi Argomenti” e “Panta”.

Valeria Viganò è nata a Milano nel 1955 e vive a Roma. Ha pubblicato Il tennis nel bosco (Thoeria, 1989). Collabora a “Il Manifesto”, “Panta” e traduce per diverse case editrici.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 1991, Appelli e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...