Cosa siamo

glinvisibili: il bello che c’è, ma non si vede più

glinvisibili vuole essere un archivio delle opere letterarie italiane –  pubblicate dal 1946 a (più o meno) oggi – scomparse dagli scaffali delle librerie e dalle pagine culturali dei giornali.

Alcune di queste opere, e i rispettivi autori e autrici, al momento della pubblicazione furono oggetto d’interesse da parte del mondo culturale italiano. Opere, si disse e si scrisse, belle, notevoli, da leggere (assolutamente), da ricordare. In altri casi si parlò addirittura di capolavoro, genio letterario, esordio folgorante, lettura fondamentale, si gridò rivoluzione! rivoluzione!, ecc.

Che libri erano, quelli? Cosa dicevano i critici, le pagine culturali dei giornali, le riviste, la gente di quel tempo? E che razza di tempo era, quello? Che fine hanno fatto quegli autori e quelle autrici? Perchè, oggi, sono diventati invisibili?

Queste sono solo alcune delle domande che qui ci poniamo.